La scrittura ottimizzata SEO, e le sue funzioni nei motori di ricerca

seo specialist

La scrittura ottimizzata SEO, acronimo di “Search Engine Optizimation”, ovvero “Ottimizzazione per i motori di ricerca”, è un tipo di scrittura per il web, che si basa sul cambiamento delle ricerche effettuate on line da parte degli utenti, ovvero le Query, digitate sui motori di ricerca con le parole chiave o Keywords.

Le query degli utenti, non sono sempre le stesse, anche se si riferiscono ad uno stesso argomento su cui l’utente vuole trovare delle informazioni on line., e questo un fattore molto importante da tenere in considerazione, per la pianificazione di un lavoro on line.

La SEO serve proprio ad andare incontro alle esigenze degli utenti, facendo apparire un determinato contenuto web tra i risultati dei motori di ricerca, ponendosi l’obiettivo di scalare la SERP (“Search Engine Results Page”), ovvero le pagine dei motori di ricerca che ordinano i risultati in modo decrescente, e che ovviamente, in riferimento ad una Keyword piuttosto gettonata, possono contenere tantissimi siti web.

Ogni sito web dunque farebbe a gara per conquistare il podio del sito più appropriato ai parametri tecnici e contenutistici impostati da Google; i risultati di ricerca, sono dunque frutto della SEO, e vengono chiamati “puri” se rientrano nel cosiddetto “traffico organico”, ovvero il traffico web che non si basa su annunci sponsorizzati Ads,i quali vanno a definire un tipo di traffico detto “inorganico”

Per mettere a punto una buona scrittura ottimizzata SEO, è opportuno considerare diversi aspetti del web marketing e saper usare bene il codice HTML, inoltre si deve studiare l’algoritmo di Google e dei suoi periodici aggiornamenti. Tale algoritmo è un insieme di processi informatici la cui funzione è quella di selezionare i risultati di una ricerca on line facendo apparire nelle prime pagine del motore di ricerca, i contenuti reputati migliori, secondo una logica che prende il nome di Ranking.

Un buon lavoro sulla SEO di un sito web comprende anche l’impegno di promuovere il proprio sito su altri siti con l’uso di appositi link, si tratta degli inbound link o Backlink, ma è bene anche inserire nel proprio sito dei link in uscita che portino l’utente su altri siti web.

SEO, SEA, SMO e SEM, ecco le differenze tra le varie tipologie di traffico web

SEO, SEA, SMO e SEM sono concetti riferiti al traffico web, raggiungibile in diverse modalità, interdipendenti tra esse.

Ricapitolando quanto detto sopra, la SEO riguarda l’ottimizzazione dei testi e del codice del sito web, la diffusione dei propri link su altri siti e dunque va a creare l’autorevolezza del sito tramite testi che includono contenuti di qualità e le più appropriate parole chiave, tutti elementi che caratterizzano la Web Reputation nonché la Web Authority del sito web.

I tecnici specializzati di Google lavorano in modo continuativo per affinare parametri di valutazione dei contenuti web, sempre più sofisticati e meticolosi.

La SEA, acronimo di “Search Engine Advertising”, riguarda invece un insieme di tecniche per ottimizzare le campagne di Google Adwords, e la cui qualità dipende da un insieme di fattori:

  • la scelta della Keyword;
  • la presenza della Keyword nell’annuncio sponsorizzato;
  • la pagina di destinazione.

La SEA riguarda il circuito Google AdWords, che ha la funzione di creare campagne di annunci sponsorizzati, in genere posizionati in alto o in basso alle pagine dei risultati di ricerca di Google.

Per quanto riguarda il pagamento dei link sponsorizzati, questo è il PPC (Pay per Clik), il quale prevede che l’inserzionista paghi una somma, ricavata dalla logica dell’asta in cui sono coinvolti diversi inserzionisti.

La SMO, acronimo di “Social Media Optimization”, ovvero “Ottimizzazione dei Social Network”, riguarda le campagne pubblicitarie e la SEO sui social media.

Google indicizza anche i contenuti pubblicati su Facebook, Twitter, Google Plus, ecc.,ecc., e a ricoprire un ruolo importante nella Web Autorithy, è anche la presenza dei propri link sui social network.

SEO, SEA e SMO fanno parte di un’unica macro categoria del traffico web, ovvero la SEM, acronimo di “Search Engine Marketing”, che comprende tutte le tecniche e le strategie mirate a portare un sito web in prima posizione nella SERP, sia col traffico organico che con quello inorganico tramite campagne Pay per Click.

Tutte le strategie di content marketing, la realizzazione di un Blog con annunci sponsorizzati e con testi ottimizzati SEO, sono considerabili operazioni di web marketing rientranti nella SEM e dovrebbero essere affidate a professionisti o web agency competenti. Tra le molte segnaliamo l’agenzia SEO Now Agency di Roma https://nowagency.it

SEO, ecco gli elementi da considerare per scrivere un contenuto ottimizzato

La SEO è uno dei diversi elementi del web marketing ormai diventato prioritario rispetto ad altre strategie con cui si relaziona, perchè ha una grandissima influenza sulla reperibilità dei contenuti all’interno dei motori di ricerca.

L’ottimizzazione dei testi in ottica SEO si può eseguire tenendo conto di diversi fattori, tra cui:

  • il campo d’azione: si possono raccogliere varie informazioni sui siti web (crawling) con l’utilizzo dei robot;
  • indicizzazione del materiale ottenuto (indexing);
  • ordinamento (ranking);
  • posizionamento nella SERP

Il Robot di Google, denominato Googlebot (e detto anche spider o crawler) è un software usato dai motori di ricerca che ha lo scopo di analizzare i siti web, effettuando una copia di tutti i documenti visitati inserendoli poi in un indice.

L’indicizzazione è dunque il processo creato dal robot di un motore di ricerca, che aggiunge al database i siti web analizzati con una classifica detta Ranking, basata sulla pertinenza dei risultati con le Keywords, quando viene effettuata una determinata Query (ciò che viene digitato sulla barra di ricerca on line).

Ranking è sinonimo di posizionamento, e in ambito SEO è detto “fattore di ranking” un elemento presente nel web che è in grado di influenzare la sua posizione nella classifica dei risultati di ricerca on line.

Per conoscere le parole chiave o keywords più appropriate da poter usare in una strategia Seo, riguardo ad un determinato argomento, e per meglio capire come ottimizzare un sito web, esistono diversi software che si possono utilizzare con lo scopo di ottenere numerose keywords che gli utenti usano e modificano nel corso del tempo. Tra i software più noti che si possono utilizzare con WordPress come con altri CMS – Content Management System, vi sono SEO Yoast, SEMrush, SEOzoom.