Come comporre il corredino per neonati

corredino-neonati_800x534

Quando una futura mamma è in dolce attesa è circondata di attenzioni, e tutti si prodigano per darle una mano ed evitarle sforzi o preoccupazioni. A lei però è affidato un compito gradevolissimo e beneaugurante, quello di comporre il corredino per il neonato in arrivo!
Vogliamo darvi alcuni consigli ed indicazioni di massima per fare le scelte migliori, in funzione di tantissimi fattori o variabili da tenere in considerazione, che di certo non riguardano solo il sesso del nascituro o della nascitura.

Quando si inizia a comporre il corredino?

Non esiste un momento più indicato di altri, prendetevi il vostro tempo anche in base alla vostra volubilità, perché chi invece può contare sulla propria indole pratica e sbrigativa potrà occuparsi del corredino anche a partire dal 7° mese di gravidanza. Questo è un consiglio che permetterà anche di trovare sugli scaffali dei negozi di abbigliamento per bambini gli articoli più adatti per la stagione in cui è prevista la nascita.
Meglio però non ridursi proprio all’ultimo momento, perché l’imprevisto è dietro l’angolo, ed è bene avere la borsa pronta! Il periodo migliore quindi è quello compreso tra il terzo ed il settimo mese.

Una guida all’acquisto del corredino perfetto deve per forza di cose tenere conto anche della stagione in cui è prevista la nascita, per evitare di acquistare capi che magari non saranno usati per via delle temperature non adeguate e che in poche settimane diventeranno quindi inservibili per la crescita vertiginosa dei primi giorni di vita.

Il corredino per l’ospedale

Un capitolo a parte lo merita la lista dei capi che ciascun ospedale richiede come regola, generalmente composta da almeno 3 cambi completi. È suggeribile informarsi per tempo, e poi predisporre ciascun cambio separato in una busta trasparente, così da avere a portata di mano sempre un kit completo e già pronto, risparmiando tempo. Questo dovrà contenere di certo body, tutina, calzini e bavaglino, ed un cappellino se la stagione è più fredda.

Cosa deve contenere il corredino?

È molto importante per le mamme più apprensive non farsi prendere dalla frenesia dell’acquisto compulsivo. Sedetevi a tavolino con carta e penna e ragionate sulle reali necessità, stilando una sorta di lista della spesa oltre la quale è inutile andare: in particolare, ci riferiamo al periodo che va dalla nascita fino al compimento dei 3 mesi. Questo primo mini-guardaroba da tenere a casa nell’attesa di rientrare dopo il parto con il piccolo tra le braccia dovrà essere composto da alcuni articoli essenziali ed assolutamente immancabili: si tratta di tutto ciò che deve essere a portata di mano nelle sue primissime settimane di vita.

I body

Insostituibili per farlo sentire protetto, ed allo stesso tempo pensati per facilitare le operazioni di cambio pannolino grazie ai bottoncini nella parte inferiore, i body a mezze maniche sono il punto di partenza di qualsiasi corredino. A nostro avviso, considerando la frequenza dei cambi e la possibilità che i body si sporchino, ne servono circa 15.

Le tutine

Per avere sempre un ricambio corrente a portata di mano, in questo caso potrebbero essere sufficienti circa 10 tutine, da scegliere tra quelle più pratiche da indossare, con bottoncini dietro al collo e naturalmente regolandosi in base al periodo dell’anno.

I calzini per neonati

I calzini servono sempre, in ogni stagione dell’anno: i piedini dei neonati sono delicati e vanno protetti. Sono sufficienti quelli leggeri e sottili, basta che non abbiano elastici troppo stretti, ed una decina di paia sono una cifra più che ragionevole.

I Bavaglini

Come pensate di farne a meno? Preparatevi ad una loro sostituzione frequente, tra allattamento naturale o artificiale e piccoli rigurgiti e tenendo conto dei tempi di lavaggio e di asciugatura, ve ne occorreranno almeno una ventina!

I pigiamini per neonati

Concludiamo la lista dell’essenziale da avere con i pigiamini, anche questi da scegliere in base alla stagione. Prendetene 5 di primissime taglie e 5 della taglia immediatamente successiva, e starete al sicuro!

I materiali per il corredino dei neonati

Molto più importante dell’aspetto numerico ed anche di quello estetico è la decisione di orientarsi su capi di buona qualità compositiva, senza fibre artificiali e realizzati solo ed esclusivamente in materiali naturali come il cotone o il lino, oppure spugna e ciniglia (rigorosamente naturale, attente alla composizione!) per i mesi più freddi. La pelle dei neonati è delicata e va trattata con la massima cura per prevenire irritazioni o rossori; per lo stesso motivo, lasciate perdere almeno nei primi mesi di vita capi con decorazioni, paillettes o altri fronzoli che sono tanto carini a vedersi, ma sono anche pericolosi perché possono staccarsi ed essere ingeriti oppure possono graffiare la pelle. Per scegliere capi più particolari, magari anche personalizzati con delle patch e più frivoli, avrete sempre tempo!

La regola aurea da tenere presente è sempre relativa alla comodità: ciascun capo deve essere facile da mettere e da togliere, morbido e cedevole al tatto. Un neonato non ha altro modo per manifestare disagio se non nel pianto, e non saprete mai con certezza quali siano le ragioni che lo stanno scatenando, ma per l’abbigliamento è meglio andare sul sicuro così da poter escluderne una a priori!