Patch personalizzate: un trend degli anni Ottanta tornato di moda

-patch-toppe-termoadesive-giubbotto-jeans-moda-pantaloni-come-applicarle-25_800x532

Oggi la personalizzazione sta diventando sempre più importante per distinguersi dal resto del mondo, per sentirsi unici e perché no per riuscire a fare un selfie diverso dal solito da postare sui social come Instagram e Facebook. Per riuscire a distinguersi, oggi la moda propone tante idee innovative e tra queste c’è un trend tipico degli anni Ottanta oggi tornato prepotentemente in voga: le patch personalizzate. Troviamo, infatti, un vero e proprio ritorno nell’utilizzo di queste patch da poter applicare su pantaloni, magliette, giacche, borse, zainetti, t-shirt ecc…

Ma come è possibile utilizzarle? Se negli anni Ottanta le patch erano una prerogativa prettamente maschile, oggi le patch sembrano un oggetto decorativo diffuso  soprattutto nel mondo femminile, perfino in quello dell’alta moda con il trend dell’Army Chic. Tanto che nelle sfilate milanesi delle ultime settimane prevalgono capi di abbigliamento, oggetti decorativi e accessori impreziositi da patch di ultima generazione.

Anche nel 2000 le patch erano una vera e propria mania, si usavano lustrini, top, bandiere o spille. Oggi con il ritorno dello stile militare sono tornati di moda anche i nuovi patch da personalizzare per trasformare il capo in un pezzo unico e anche un po’ artistico.

I tessuti che si adattano meglio all’uso delle patch sono sicuramente il jeans, ma anche il cotone e naturalmente la maggior parte dei capi d’abbigliamento militari, come pantaloni cargo o giacche militari in cotone. Le patch personalizzate possono rappresentare una tua passione, richiamare il tuo nome, rappresentare la bandiera di uno stato. Le idee sono le più svariate, tanto che oggi si possono trovare patch personalizzate online come quelle di ModaMilitare.it  che ti danno la possibilità di creare un vero e proprio guardaroba – unico e su misura –  che sia un inno alla tua personalità.

Sebbene siano tornate di moda e apprezzate dal pubblico femminile, le patch personalizzate militari sono una scelta anche per gli uomini. Si possono creare patch per tantissimi scopi, ad esempio, si può scegliere d’impiegarle per una squadra di calcetto, per personalizzare i borsoni dei suoi membri. Oppure per chi fa parte di un’associazione dedicata alla pesca, la caccia o un gruppo di soccorso: le patch personalizzate possono diventare un’icona per identificare un gruppo di persone che condividono valori e obiettivi comuni. Queste ad esempio, si possono apporre sulla giacca, sui pantaloni oppure sugli zaini che si indossano nelle varie occasioni.

Le patch militari personalizzate o meno possono essere realizzate in vari materiali come il PVC. Questo materiale offre un design che può essere sia bidimensionale sia tridimensionale, in base allo stile e all’idea che si hanno in mente.

Scegliendo queste patch è possibile creare uno stile che rafforzi il senso di squadra, ma possono essere utilizzate anche per personalizzare semplicemente il proprio abbigliamento. Chi ama uno stile d’abbigliamento sportivo potrebbe scegliere di optare per delle patch d’abbinare ai jeans, alle giacche in cotone oppure in materiale sintetico. Se scelte con cura possono rendere il tuo stile più personale e aiutano anche a distinguerti o divertirti scegliendo colori, stili e disegni che rappresentino la tua personalità.

Patch anche per i bambini!

Le patch personalizzate sono pensate non solo per l’abbigliamento degli adulti ma anche per i bambini. Infatti, queste risultano molto utili ad esempio per riuscire a personalizzare lo zainetto del bambino oppure possono essere utilizzate per il suo grembiule scolastico, e perché no anche per i suoi vestiti. Se vuoi personalizzare i vestiti del tuo bambino o i jeans della tua bambina allora puoi far creare delle patch ad hoc che rispecchino i loro desideri e le loro passioni. Insomma, il ritorno di moda delle patch è davvero per tutti! L’importante è divertirsi personalizzando il proprio stile e quello dei tuoi figli.