Garanzie e controlli: cosa pretendere per il proprio usato

10) [tntpost] Garanzie e controlli cosa pretendere per il proprio usato_800x370

Le opportunità per chi vuole sostituire la propria autovettura senza spendere una fortuna si sono moltiplicate. Non è più necessario rivolgersi a rivenditori che non possono promettere e garantire nulla. Oggi sono operative infatti reti che offrono i migliori marchi, con vetture corredate non solo da garanzia fino a 2 anni, ma anche di controlli estesi sulle componenti meccaniche ed elettriche.

Il risultato? Un enorme scelta di auto di seconda mano con garanzia dal quale scegliere il nostro prossimo mezzo. Quali sono i vantaggi? Come riconoscere un mezzo che sia adeguato alle nostre esigenze? Come riconoscere un rivenditore in grado di supportarci pre e post-vendita?

I rivenditori di qualità ci mettono la faccia… e la garanzia

I rivenditori di auto di seconda mano davvero di qualità si riconoscono non da quello che dicono – tutti sono pronti a prometterti mari e monti per chiudere una vendita – ma dai fatti. Il più importante? L’offerta di una garanzia minima di 12 mesi. Se il mezzo che stanno cercando di venderti è davvero a posto come dicono, non avranno problemi ad offrirti copertura totale sui guasti meccanici e sui guasti elettrici per almeno un anno.

In caso contrario, è difficile pensare che sia davvero l’occasione che dicono. Giriamo alla larga.

Le vetture usate di qualità sono stati controllati in officina

Anche quando la compravendita potrebbe generare poche centinaia di euro, un check up non può essere rifiutato. Non è compito di chi compra, ma del venditore che offre vetture di qualità. Un buon check up offre più di 100 controlli alle parti che sono più frequentemente sottoposte a stress. Sembreranno anche molti, ma sono imprescindibili per essere sicuri del mezzo che andremo ad utilizzare. Le migliori reti di rivendita di mezzi usati controllano con attenzione certosina tutto quello che dovrebbe essere controllato.

Il compratore: può essere affidabile quanto vogliamo…

Ad ascoltare i rivenditori di auto usate ogni mezzo nel loro parco auto è appartenuto a pensionati che hanno utilizzato la vettura per pochi giorni alla settimana, per tragitti estremamente brevi. Che sia vero o meno, questo non deve interessarci. Per quanto possa essere affidabile il precedente proprietario, non è mai il caso di rinunciare a garanzia e controlli approfonditi. Sono soltanto queste accortezze a garantire un mezzo sicuro ed efficiente, che possa essere davvero un affare e un’occasione per spendere meno di quanto faremmo con una vettura nuova, anche sul medio e lungo periodo.