Cinque motivi per andare in Australia con il visto Working Holiday

australia

Se stai pensando di partire per l’Australia e fare un’esperienza nella terra dei canguri devi sapere prima di tutto che per poter trascorrere un certo periodo di tempo “down under” devi essere in possesso di un visto per l’Australia. Esistono differenti tipi di visti australiani che il governo mette a disposizione per gli stranieri che intendo recarsi nel continente.

Fra i vari di visti a disposizione uno dei popolari è il cosiddetto visto Working Holiday, che è l’ideale per trascorrere un lungo periodo di vacanza e lavoro in Australia. Tramite questo visto è possibile esplorare l’Australia, migliorare il proprio livello d’inglese e fare un’esperienza di lavoro all’estero da mettere sul proprio curriculum. Ma andiamo con ordine e vediamo tutti i principali aspetti e vantaggi di questa tipologia di visto.

Innanzitutto, ha una validità di 12 mesi e può essere richiesto online fino al compimento del 31° anno di età. Il Working Holiday Visa può inoltre essere rinnovato di un altro anno, ma a condizione che si sia prestato servizio in una zona rurale per 88 giorni all’interno del primo anno di visto.  È anche possibile studiare fino ad un massimo di 17 settimane. Per percorsi di studio più lunghi è necessario fare l’applicazione per uno Student Visa.

Elenchiamo adesso i maggiori vantaggi legati a questo visto:

  1. È possibile richiederlo direttamente online, navigando sul sito dell’Immigrazione australiana, Questo permette di fare tutto su Internet, snellendo il processo burocratico. Di solito viene rilasciato nel giro di poche ore e c’è tempo un anno per entrare in Australia.
  2. Anche se non stai pensando di vivere per un lungo periodo o di lavorare davvero in Australia, devi sapere che il visto Working Holiday è un’ottima opzione anche solo per viaggiare. A differenza di un visto turistico, che dura solo 3 mesi, il visto Working Holiday ti permette di esplorare questo paese fino ad un periodo di un anno. Proprio per tale ragione anche se non hai intenzione di lavorare, il visto working holiday costituisce un’ottima alternativa se desideri rimanere in Australia il più a lungo possibile senza dover uscire dal paese per poi rientrare e rinnovare il visto.
  3. Il Working Holiday Visa è una scelta vantaggiosa anche dal punto di vista economico. Con un visto vacanza lavoro potrai decidere di intervallare periodi lavorativi a quelli di viaggio. Questo vuol dire che non dovrai per forza usare tutti i tuoi soldi da parte o fare dei debiti nel corso della tua esperienza in Australia. I modi di mettere in pratica questa possibilità sono vari. Molte persone preferiscono prima viaggiare per alcuni mesi non appena ha inizio il visto e poi trascorrere il tempo rimanente facendo uno o due lavori per recuperare il denaro speso. Altri invece scelgono di lavorare per un mese e poi viaggiarne per un altro e così via, ad intervalli più o meno regolari. In entrambi i casi questo visto consente di rendere il tuo itinerario più sostenibile in termini di spese da sostenere.
  4. Il visto vacanza-lavoro è un investimento sul tuo futuro professionale. Si tratta infatti di uno strumento che può contribuire a crearti un curriculum migliore. Chiaramente questo dipenderà molto da come strutturerai la tua esperienza in Australia, ovvero se frequenterai un corso o dal tipo di lavoro che troverai. Tuttavia, se strutturi bene la tua permanenza potresti dare vita ad un’esperienza interessante non soltanto per te da un punto di vista personale ma anche per un potenziale datore di lavoro.
  5. Un visto di questo tipo di offre l’opportunità di considerare la possibilità di emigrare e espatriare in Australia. Siccome il visto Working Holiday ti consente di vivere per diversi mesi nella terra dei canguri, ti permette anche di poter riflettere sull’eventualità di trasferirti definitivamente, dopo aver considerato le dinamiche del mercato lavorativo, la qualità di vita e le opportunità concrete. Sotto questo aspetto questo aspetto il visto Working Holiday può essere visto come un esperimento di trasferimento.

A questi 5 aspetti devi aggiungeri il fatto che il visto working holiday è opportunità per pochi fortunati. Viene infatti reso disponibile per pochi paesi a livello mondiale (sono solo 19 in tutto il mondo). Un ragione in più per fare i bagagli e partire per l’Australia con un visto vacanza-lavoro!