Pane fatto in casa con la macchina del pane

pane

Fare il pane in casa fa molto bene non solo dal punto di vista economico, ma soprattutto alla salute propria, potrete scegliere voi la qualità della materia prima, ovvero la farina e non vi serviranno conservanti o additivi per farlo restare fresco più a lungo.

Potete addirittura personalizzarlo scegliendo farine non raffinate o senza glutine in caso di intolleranze o arricchirlo con olive , pomodori o con quello che più vi piace.

Certo prepararlo richiede molto tempo e forze, prima bisogna impastarlo energicamente, poi farlo riposare stando attente al giusto tempo di lievitazione ed infine infornarlo.

Oggi tutto questo lavoro sarà solo un ricordo se decidete di farvi aiutare dalla macchina del pane, in brevissimo tempo lei penserà a tutto, mentre voi potete dedicarvi ad altre attività, ed in tempi molto ridotti potrete gustare del croccante e fumante pane fatto da voi.

In commercio esistono diversi modelli di macchine per il pane con caratteristiche ben definite, alcune pensano solo ad impastarlo ed a farlo lievitare, altre invece una volta selezionata la modalità e versati gli ingredienti, provvedono anche alla cottura.

Solitamente le case produttrici forniscono tutte le indicazioni utili per realizzare un buon pane fatto in casa, dai dosaggi per i diversi tipi di pane ai tempi di necessari, in alcune è prevista una prova test da fare la prima volta.

Per prima cosa nella vaschetta vanno versati gli alimenti liquidi, ovvero acqua ed olio, poi quelli solidi, cioè la farina, meglio quella del tipo “0”, o quella “00” mista con la Manitoba, o a piacere farine alternative, come: farina integrale, farro o riso.

Aggiungere quindi sale e zucchero per attivare l’azione del lievito, che va messo al centro del composto, assicurandosi che non entri in contatto con il sale che potrebbe inibire la sua azione.

A questo punto basta mettere la vaschetta all’interno della macchina per il pane, abbassare il coperchio e procedere con la programmazione.

La macchina compie quattro diverse fasi, inizialmente provvede ad un pre riscaldamento degli ingredienti, segue la fase dell’impasto durante il quale le pale interne ruotano sia a destra che a sinistra, andando a lavorare anche negli angoli, in modo da mescolare bene tutti gli ingredienti ed ottenere un composto perfettamente omogeneo.

A questo punto comincia la lievitazione, durante la quale è assolutamente vietato aprire lo sportello, una volta terminata, il pane ormai ben lievitato viene portato a cottura.

In alcuni modelli è possibile regolare anche il tempo di doratura della crosta, trascorso tale tempo, la macchina del pane avverte con un suono e si spegne in maniera autonoma.