Mini-gita a Varese, solo intorno a Corso Matteotti: cosa vedere

Sei a Varese per una piccola gita, ma ti muoverai solo a piedi e non vorresti spostarti troppo da Corso Matteotti e dal centro storico? Abbiamo scelto per te alcuni luoghi davvero un po’ magici da vedere se hai a disposizione pochissimo tempo!

Se la tua visita proseguirà in altre città lombarde, ti consigliamo di pernottare in città o nei dintorni, dove ci sono nuovi e moderni hotel con spa come questo.

Iniziamo subito!

Corso Matteotti

Corso Matteotti è la via centrale del centro storico di Varese. Si tratta del luogo perfetto per un po’ di shopping e per una pausa rigenerante: si susseguono negozi, boutique, bar e ristorantini per tutta la sua lunghezza. Dopo una buona colazione o un pranzo leggero possiamo iniziare a muoverci per i dintorni.

Verso l’esterno del borgo

Spostandosi verso l’esterno della città si incontrano la Basilica San Vittore con l’omonima piazza. Dalla piazza si attraversa l’Arco Mera per arrivare a piazza del Podestà. Poco distante dal palazzo del Podestà si trova anche il Broletto (o palazzo Biumi), che fino all’800 era il luogo deputato al mercato rionale delle granaglie.

Verso l’interno del borgo, invece

Se invece preferisci muoverti dall’altra parte, un po’ alla volta scoprirai, fuori dal borgo antico, varie ville liberty. Le nostre preferite sono:

  • casa Bianchi (in via Morosini)
  • casa Vidoletti (in Piazza XX Settembre)
  • casa Rovera (in via Como)
  • stabile Mera-Gorini (in via Bernascone)
  • il palazzo di via san Francesco

Nella stessa direzione, in una delle laterale di corso Matteotti (via Albuzzi) si può ammirare casa Perabò. Nel 2011 è stata sottoposta ad un delicatissimo e costoso restauro, che ha riportato la finestra in cotto del 1400 al suo antico splendore.

Palazzo d’Este e giardini

Ti promettiamo che dovrai camminare davvero poco da Corso Matteotti per arrivare a Palazzo d’Este, l’attrazione più sorprendente della città: sono solamente 5 minuti a piedi, meno di 400 metri.

Il Palazzo d’Este è oggi sede del municipio. E’ pertanto visitabile solamente su prenotazione, ma in modo gratuito. Gratuiti e aperti tutti i giorni tra le 8 e le 18 (in inverno) e tra le 8 e le 20 (in estate) sono i giardini: una monumentale architettura di alberi colossali, come un cedro del Libano e un ginko biloba, fontane, siepi e fiori profumati. A latere del palazzo è presente un bosco artificiale, voluto dal duca Francesco III a metà del 1700 per le proprie battute di caccia.

Se ti manca proprio un giro al museo, ti suggeriamo di visitare Villa Mirabello, sede delle collezioni archeologiche della città, della sezione risorgimentale e di numerose collezioni temporanee. Il costo del biglietto ammontano a 10 euro per l’intero e a 3 per il ridotto. I ragazzi fino a 18 anni, i docenti, i giornalisti e le persone disabili entrano invece in modo del tutto gratuito! Il museo è convenzionato con molte associazioni, tra cui Touring Club e FAI.