Extension con microring, cosa sono e come si applicano

extension capelli

Le extension sono una soluzione comoda e rapida ideale per tutte le donne che vogliano allungare i loro capelli in maniera veloce, cambiando così pettinatura grazie ad una sola seduta dal parrucchiere. Le extension possono essere anche la soluzione ideale, per la donna con capelli corti o di media lunghezza, per creare delle acconciature più elaborate, ad esempio in occasione di una cerimonia.

Ci sono diversi modi per applicare le extension ed ottenere quindi una chioma più lunga e fluente: tuttavia uno dei migliori è quello per mezzo dei microring.
Le extension microring consistono in una tecnica di allungamento dei capelli sicuro per la salute della chioma, ma deve essere effettuato da un parrucchiere esperto, essendo pressoché impossibile da ottenere da soli. Infatti si richiede un procedimento di inserimento delle ciocche di capelli, una ad una, all’interno del microring e questo è impossibile da fare da soli, a meno che non si accetti un risultato incompleto e mediocre.

Ma quali sono i vantaggi delle extension con microring rispetto a quelle classiche?
Le extension con microring vengono applicate alla base dei capelli per mezzo dell’uso di piccoli anellini (e da qui il nome della tecnica).
Si applicano con piccoli anellini alla base del capello, proprio dove si attacca alla cute, e durano circa un mese: se le si vuole mantenere, è sufficiente recarsi di nuovo dal parrucchiere che sistemerà più in alto i piccoli ring per mantenere l’acconciatura.

Si tratta di un metodo che non rovina i capelli (ma bisogna fare attenzione se sono molto fragili) e richiede qualche seduta in più dal parrucchiere, ma l’effetto è eccellente e soprattutto completamente naturale. Inoltre non usando cheratina per fissare le ciocche delle extension ai capelli si evita di indebolirli in maniera eccessiva.

Le extension in microring: come si applicano

Come si applicano queste particolari extension? In primo luogo bisogna acquistare questi piccoli anellini che qualunque acconciatore può procurarsi semplicemente nei negozi specializzati o anche online.
Si prende una ciocca sottile di capelli (è una tecnica che dà soddisfazione ma richiede pazienza) e quindi la sia fa entrare nell’anellino: quindi il ring deve essere stretto (anche con l’ausilio di una pinza, e ovviamente non si tratta di una tecnica che è possibile seguire in autonomia).

Le extension in microring quindi creano un effetto coerente e naturale, ma non dovrebbero essere utilizzate da chi ha dei capelli troppo corti (gli anellini potrebbero essere visibili) oppure da chi vuole le extension solamente per una serata, in quanto sono abbastanza durevoli. Inoltre bisognerebbe evitarle nel caso in cui si abbiano dei capelli eccessivamente sfibrati.
Le extension con microring sono sempre un’ottima scelta, ma sono consigliate soprattutto alle donne che non abbiano capelli troppo fini e fragili, che potrebbero spezzarsi e rovinarsi perché l’anello viene appunto stretto attorno alla ciocca di capelli.

Il loro grande vantaggio consiste nel fatto che queste extension possono essere riposizionate di mese in mese, per gestire l’allungamento naturale del capello, ed il fatto che non impiegano la cheratina.