> Come fare le prugne secche

Come fare le prugne secche

Le prugne secche sono un alimento amato da molti, ecco come puoi prepararle facilmente in casa, leggi l’articolo.

Le prugne secche rientrano nella frutta secca che fornisce un’innumerevole quantità di benefici al corpo umano e che se assunti giornalmente in quantità ponderate non fanno altro che portare bene all’organismo. Con le prugne secche possiamo inoltre realizzare una serie di ricette incredibili oppure mangiare come spuntino pomeridiano, in questo articolo andremo a scoprire il procedimento corretto per realizzarle in casa. Prosegui questa lettura e scopri come prepararle da solo.

Procedimento per preparare le prugne secche: procedimenti

Ci sono due metodi differenti per poter essiccare le prugne secche, uno che prevede l’essiccazione classica ed un altro invece che consente di raggiungere il risultato velocemente, nei prossimi paragrafi analizzeremo entrambi i metodi.

Procedimento classico

La prima cosa che dobbiamo fare è quella di acquistare le prugne. Possiamo acquistarne quante ne vogliamo, il procedimento non varia a seconda della quantità. Arrivati a casa ci apprestiamo a lavarle con estrema cura e trasferiamole in una pentola colma di acqua. Attenzione l’acqua della pentola deve bollire prima di inserire le prugne al suo interno, quindi aspettate il tempo necessario. Una volta inserite le prugne le lasciamo al suo interno per non più di due minuti e poi le scoliamo velocemente. Aspettiamo che si intiepidiscano e poi andiamo con un coltello ad aprirle per poter rimuovere il nocciolo al suo interno. Una volta eliminato il nocciolo possiamo disporle su un pianale o un vassoio e lasciarle essiccare al sole. Per l’essiccazione, a seconda del periodo dell’anno potrebbero volerci qualche giorno, è consigliabile infatti eseguire il metodo classico durante il periodo estivo.

Metodo rapido

Abbiamo anticipato che poi esiste un metodo rapido con cui poter portare le prugne ad essiccazione. Il procedimento di preparazione si svolge esattamente come nel procedimento classico, la differenza sta che non andremo a posizionarle su piano o un vassoio per essiccarle ma in un tegame rivestito da carta da forno. Inforniamo per circa 90 minuti a 120° gradi. Le lasciamo cuocere così fino alla scadenza del tempo. Una volta passati i 90 minuti spegniamo la fiamma e le lasciamo riposare in forno per 30 minuti prima di tirarle fuori. Una volta passati anche i 30 minuti le disponiamo su un ulteriore piano e lasciamo che si asciughino all’aria. Ci vorranno poche ore per raggiungere il risultato sperato.

Come conservarle?

Una volta preparate le prugne secche possiamo riporle in un barattolo di vetro e assicurarci di chiuderle bene per non farle rovinare. Come abbiamo anticipato possiamo scegliere di consumarle in una ricetta oppure di gustarle come un ottimo spuntino tra i pasti. Attenzione però a non esagerare con le dosi giornaliere se non vogliamo imbatterci in qualche piccolo effetto indesiderato.