Viaggio nella Sicilia orientale

Viaggio nella Sicilia Orientale

La Sicilia è una terra immensa. A meno che non abbiate diverse settimane a disposizione è davvero difficile riuscire a concentrare in un unico viaggio tutte le meraviglie che cela tra i suoi confini. Il consiglio che voglio dare a chi sta per intraprendere un viaggio in Sicilia e ha solo pochi giorni di tempo per visitarla è quello di concentrarsi su un’unica zona. La costa tra Palermo e Trapani, ad esempio. O il sud tra Ragusa e Agrigento. O, ancora, potreste optare per un percorso attraverso la Sicilia orientale, come vi propongo qui di seguito.

E state tranquilli: qualsiasi itinerario scegliate, non potrete fare a meno di innamorarvi e decidere di programmare al più presto il vostro prossimo viaggio in Sicilia.

Mettiamo il caso che vogliate visitare la Sicilia orientale. Quali tappe non dovreste assolutamente escludere dal vostro itinerario?

Catania

Comoda da raggiungere in aereo e perfetta per essere visitata in un paio di giorni, la “Milano del sud” saprà incantarvi a partire dall’oggettiva bellezza dei monumenti in stile Barocco del suo centro storico e dai tre chilometri di lungomare percorribili in auto, a piedi o in bici. Non solo. A Catania troverete ad attendervi spiagge per tutti i gusti, dalle distese di sabbia fine alle scogliere color pece. E un’infinità di bar, ristoranti e locali che tutte le sere riempiono di giovani e meno giovani le strade e le piazze del centro. E, non ultimo, Catania saprà mettere tutti d’accordo: non capita tutti i giorni di trovarsi in una città in cui sono presenti contemporaneamente il mare e la montagna!

L’Etna

A proposito di montagna, un’escursione sull’Etna appassionerà grandi e piccini. Se opterete per una visita guidata troverete tanti tour operator e guide professioniste che vi accompagneranno a piedi o in auto, in tutta sicurezza, alla scoperta del vulcano attivo più grande d’Europa.

Caltagirone

Un paesino piccolo e raccolto in cui a farla da padrone è il colore. A poco più di un’ora di distanza da Catania si trova infatti Caltagirone, il regno delle ceramiche conosciute in tutto il mondo. Divertitevi a visitare i laboratori degli artigiani e le botteghe che vendono oggetti, accessori e mobili in ceramica pregiata. Chissà che affrontando i 142 gradini della colorata scala di Santa Maria del Monte non decidiate di darvi allo shopping più estremo.

Taormina e Castelmola

Pochissimi chilometri separano l’uno dall’altro questi due borghi incantevoli ma straordinariamente agli antipodi tra loro. Il primo, Taormina, una delle mete più amate dai turisti che d’estate la scelgono per la bellezza del suo centro storico, le sue boutique, i suoi locali alla moda e l’ambitissimo calendario di eventi e concerti proposto ogni anno dal Teatro Greco. Il secondo, Castelmola, meno noto e un po’ più solitario, che si caratterizza per il tipico fascino del borgo fuori dal tempo.

La posizione privilegiata fa sì che entrambi i paesini offrano al visitatore uno dei panorami più belli della Sicilia, quello che copre il litorale tra Messina e Catania, con uno sguardo sull’Etna e uno sulla costa calabrese. Sappiate inoltre che proprio ai piedi di Taormina troverete alcune delle più belle spiagge della Sicilia orientale.

Le Gole dell’Alcantara

Il luogo giusto per trascorrere un’altra giornata diversa che divertirà adulti e piccini. All’interno del parco fluviale dell’Alcantara potrete scegliere di passeggiare tra le freddissime acque del fiume oppure di partecipare a una delle tante attività di gruppo previste, come il trekking fluviale e il body rafting. Ma potrete anche optare per una tranquilla camminata all’interno della splendida riserva. Tutto questo, in una delle cornici naturali più particolari che esistano in Sicilia.

Siracusa

Una delle città siciliane più belle in assoluto. Tra le strade chiare della piccola isola di Ortigia, nel centro di Siracusa, si nasconde un concentrato di storia e mitologia che finirete per amare. A Siracusa non manca niente per rendere una vacanza indimenticabile: basta pensare all’immensità del Parco Archeologico della Neapolis, alle piccole e grandi spiagge dentro e fuori città e alle tante riserve naturali presenti nel territorio.

Noto

Un’altra delle perle del barocco siculo. Una bellezza che non bisogna assolutamente tralasciare durante un viaggio alla scoperta della Sicilia orientale. Specie se capitate da quelle parti in primavera, quando le strade di Noto si tingono dei mille colori dei fiori durante la festa dell’Infiorata.

Marzamemi

Siamo praticamente nell’estrema punta della Sicilia, in uno dei borghi marinari più fotografati dai viaggiatori. Marzamemi, bellissimo paesino di origine araba che conquista chiunque con l’immagine della vecchia tonnara e della sua piazza centrale fuori dal tempo. Un punto di partenza assolutamente privilegiato per visitare la provincia di Siracusa (e in generale il sud della Sicilia) e allo stesso tempo godere del sole e del relax nelle sue splendide spiagge.