La ricerca di lavoro nel 2021

lavoro_800x428

Il covid-19, oltre a i gravi problemi per la salute pubblica, ha causato una crisi economica dalla quale non è ancora chiaro quando l’Italia riuscirà a risollevarsi.

Il Centro Studi di Confindustria  stima un recupero parziale del PIL nel 2021, che nel 2020 ha portato il Bel Paese indietro di ventitré anni.

Trovare e ottenere un nuovo lavoro sarà, di conseguenza, una vera sfida per gli aspiranti lavoratori giovani e meno giovani i quali, dovranno fare appello a tutte le opportunità disponibili sul web e non solo.

Cosa cerca un lavoratore? Secondo un’analisi condotta dalla CNBC, i lavoratori cercano imprese stabili che possano assicurare un percorso adeguato di crescita professionale.

Come trovare, quindi, un lavoro stabile e sicuro nel 2021? Quali canali utilizzare? Lo scopriamo in questo articolo, nel quale si riportano: i 5 consigli per trovare e ottenere un nuovo lavoro nel 2021.

#1 Cercare lavoro sul web

Per cercare lavoro oggi non è necessario recarsi in un’agenzia di collocamento di persona. Internet accorcia le distanze e permette di accedere e centinaia di annunci di lavoro e contatti utili. Ci sono siti di riferimento, quali cercalavoro.it  che consentono di ottenere preziose informazioni direttamente da casa.

D’altra parte, parlavamo dell’uso dei siti web per trovare contatti di lavoro già qualche anno fa e nel 2021 questa tendenza non può essere confermata e ampliata.

#2 Cercare le aziende in crescita

Non è un mistero che il Covid-19 ha portato alcune aziende e settori a subire una profonda crisi dalla quale ancora non è chiaro se riusciranno mai ad uscirne.

Tuttavia, vi sono industrie e settori che nell’ultimo anno hanno conosciuto una forte crescita ed espansione:

  • E-commerce;
  • Tecnologie;
  • Sanità.

Tre settori verso i quali, se si hanno delle competenze, si dovrebbe orientare lo sguardo per cercare e ottenere un lavoro nel 2021.

#3 Non aspettare che la crisi finisca

La crisi sanitaria ed economica ha portato e sta portando un’elevata incertezza tra le persone e nei lavoratori.

Un lavoratore disoccupato, in particolare, potrebbe essere portato a pensare che questo non sia il momento giusto per trovare un nuovo lavoro.

Tuttavia, come in ogni crisi, vi sono alcuni stravolgimenti in atto che dovrebbero spingere l’aspirante lavoratore a ritenere il 2021 come un periodo favorevole.

Basti pensare alle possibilità di lavorare in smart work, possibilità oggi concrete che permettono di lavorare indipendentemente dal luogo geografico in cui si risiede, una possibilità che nei fatti, fino a solo un anno fa non esisteva, o almeno era presente sono in maniera molto limitata.

È, dunque, un momento propizio per coloro che hanno competenze nei settori digitali, anche se risiedono in aree geografiche isolate, in quanto, per svolgere tali lavori è sufficiente avere una connessione ad Internet e un computer.

#4 Preparare il curriculum per i BOT

Per aumentare le possibilità di trovare un lavoro nel 2021 occorre ottimizzare il proprio curriculum rendendolo leggibile ai sistemi di lettura automatici.

In particolare, inviare un curriculum ad una grande azienda implica, con buona probabilità, che il proprio documento sia prima filtrato ad un computer e solo successivamente arrivi tra le mani del selezionatore o del datore di lavoro.

Le macchine leggono i curricula selezionandoli per determinate parole chiave. Di conseguenza, per avere maggiori possibilità di andare avanti, il consiglio è di leggere con attenzione l’annuncio di lavoro, cercando di individuare le parole chiave utilizzandole nel proprio CV.

#5 Scegliere un percorso futuribile

Trovare e ottenere un lavoro nel 2021, come abbiamo visto, significa orientare le proprie ricerche verso quei settori dal sicuro avvenire.

Allo stesso modo, la professione per la quale si invia la candidatura dovrebbe avere la medesima caratteristica, essere cioè una professione, con ogni probabilità, richiesta negli anni avvenire.

Gli esperti continuano a ribadire l’importanza di acquisire rapidamente quelle competenze che possano essere appetibili per un’azienda orientata verso il futuro.

Il quinto e ultimo consiglio è, dunque, quello di guardare alle carriere IT (Information Technology).

Ne sono un esempio i professionisti in:

  • Cybersecurity;
  • Analisi;
  • Data scientist
  • Data Engineer;
  • Full stack;
  • Sicurezza in cloud;
  • Machine Learning;

In conclusione, tutto sembra ruotare intorno le competenze. Queste andrebbero scelte secondo quelle che sono le reali esigenze delle imprese, le quali, sempre più, avranno bisogno di vari esperti in professioni appartenenti al settore digitale, nel 2021 e nei prossimi anni.