L’uomo del 2018? Dominali scolpiti, labbra perfette e depilato

1-uomo-che-piace_800x533

L’uomo di oggi fa proprio di tutto per poter piacere e per piacersi: è depilato, con le sopracciglia ben curate, labbra perfette e addominali scolpiti da ore e ore di palestra.

Siamo nel 2018 e, quindi, scordiamoci l’uomo macho, quello – per intenderci – con le sopracciglia folte e incolte, con gambe, cosce e petto villoso e, magari, con un leggero odore “umano”. Un numero sempre crescente di uomini, infatti, oggi rivolge al proprio corpo attenzioni e cure maniacali, tanto da contenderne il primato alle donne. L’unica sostanziale differenza fra i due sessi è rappresentata dal fatto che, mentre la donna si rivolge alla cosmesi, alla medicina estetica e a quella chirurgica con l’intento di apparire più bella, accettando anche di produrre dei cambiamenti sostanziali al proprio corpo, l’uomo ha come unico scopo quello di apparire  più giovane e in perfetta forma, senza pretendere di cambiare il proprio aspetto originario.

Una ricerca di bellezza, quindi, derivante dall’aspetto giovane, che possa rassicurarlo nel continuo confronto con i numerosi stereotipi che ci vengono continuamente proposti come modelli di riferimento, sicuramente molto diversi rispetto a quelli del passato. Un modo per superare dubbi ed incertezze. Un maschio, insomma, che fa di tutto per piacere agli altri e, soprattutto, per piacere a se stesso e che non trova nulla di poco maschile o di sconveniente nell’entrare in una profumeria, in un centro estetico o in un laboratorio di medicina o chirurgia estetica. Un maschio virile, che – oltretutto – riesce ad imporsi sicuramente meglio se la palpebra non è cadente.

Così come per la donna, anche per l’uomo l’aspetto fisico conta molto soprattutto nelle relazioni con gli altri ma – mentre fino a qualche tempo fa a rivolgersi a professionisti del settore erano persone di un livello sociale alto, per la maggior parte imprenditori e liberi professionisti – oggi anche il neolaureato o il semplice impiegato si avvicina con sempre maggior frequenza e disinvoltura alle cure estetiche. In realtà, è proprio quello che è avvenuto qualche anno fa nel mondo al femminile: prima, a richiedere certi trattamenti, erano le donne impegnate nel mondo dello spettacolo, poi le donne in carriera, oggi anche le casalinghe vogliono apparire più belle e più giovani!

Secondo una ricerca effettuata dal Centro Studi di Cosmetologia Italiana, negli ultimi anni, la spesa che gli uomini sostengono per curare il proprio fisico si è raddoppiata e vale il 30% dell’intero fatturato del settore. Da una ricerca dell’Università di Milano, su richiesta di una nota industria farmaceutica italiana, è emerso che circa 80% degli uomini preferisce usare prodotti studiati appositamente per lui; per assecondare questa esigenza, le industrie si sono adeguate e hanno immesso sul mercato prodotti cosmetici studiati specificatamente per gli uomini, con un occhio attento a creme e lozioni realizzate con materie prime naturali e biologiche. Ed ecco, allora, che a fare bella mostra sulla mensola del bagno di una larga parte di uomini appaiono oggi profumi, detergenti, creme emollienti dopobarba, prodotti specifici per lo styling di capelli barba e baffi, creme idratanti e perfino antirughe, che fino a qualche anno fa sembrava impensabile. Sono in crescita gli uomini che si depilano totalmente, che si rimodellano le sopracciglia affidandosi anche alle cure della medicina e alla chirurgia estetica.

Filler riempitivi e botulino per distendere le rughe, ma anche interventi chirurgici per rimodellare i contorni del viso o per risollevare una palpebra cadente. Quasi tutti coloro che si rivolgono a centri specializzati per interventi di questo tipo sono iper palestrati e spesso richiedono la liposuzione per eliminare anche il più piccolo filo di grasso superfluo.

Ma c’è di più: dai dati diffusi dall’ASAPS, emerge che – tra le operazioni più richieste – ci sono l’intervento di blefaroplastica inferiore per ridare vitalità allo sguardo, la liposuzione per rimodellare la silhouette, la riduzione del grasso nella zona mammaria ed il trapianto di capelli. In quantità minore, vengono richiesti i lifting e i vari trattamenti al collo per contrastare il rilassamento cutaneo in questa zona.

Un altro fenomeno in crescita è quello della sindrome da spogliatoio, il confronto sulle dimensioni del pene è una preoccupazione che investe sia il ragazzo che l’adulto e sono in molti a richiederne l’ingrossamento e l’allungamento.