Creare un video aziendale efficace, qualche mossa da seguire

creare-un-video-aziendale-efficace

Fare un video aziendale è diventato un vero incubo? Creare e montare un video aziendale che sia un successo non è per nulla una cosa semplice. Non basta l’attrezzatura giusta, bisogna conoscere perfettamente il messaggio che si vuole veicolare, il target e sapere anche comunicare bene con le immagini e con la musica quello che si vuole trasmettere.

Tuttavia, nonostante possa essere faticoso, un video aziendale oggi potrebbe essere addirittura indispensabile.

Ormai la società odierna vive (e consuma) soprattutto sulla base dei video, che non sulla base di testi. Siamo abituati ad interagire, anche come consumatori, con le immagini ed i brevi video che vediamo sui social ed in tv. Per la pubblicità vige lo stesso principio: un video è uno strumento eccezionale per veicolare emozioni e per cercare di comunicare qualcosa di importante.

Anche la vostra azienda, quindi, potrebbe trovarsi nelle condizioni di dover realizzare un video aziendale per cercare di comunicare qualcosa ai suoi clienti e consumatori, e deve cercare di evitare un flop comunicativo. Ricordate che un video aziendale può aiutarvi non solo se volete lanciare un nuovo prodotto, non solo se volete annunciare delle novità alla clientela fidelizzato, ma anche se volete conquistare dei nuovi clienti: si tratta di un passo fondamentale, ma come fare un video di successo?

Vogliamo darvi qualche dritta che vi tornerà utile per creare dei video che siano davvero di successo, e non solo per modo di dire.

Creare un video aziendale davvero di successo

La creazione di un video aziendale può sembrare complessa per chi è alle prime armi, e del resto, come ci racconta l’esperto videomaker di video aziendali Mirco Marchetti, affidarsi ad un esperto permette di evitare errori grossolani che potrebbero compromettere l’efficacia della comunicazione. Ecco qualche consiglio per un video aziendale che funzioni davvero.

  • Pensare sempre il target. Rivolgersi ad un pubblico di teenager o a degli adulti, a delle persone con budget alto o basso non è certamente la stessa cosa e deve dare un certo taglio all’ambientazione del video aziendale ed al suo stile comunicativo. Parla con un esperto per capire quale è lo stile migliore per il tuo video aziendale e sicuramente sceglierai la strada giusta.
  • Attenzione ai dati tecnici. Volete comunicare qualcosa allo spettatore ma senza annoiarlo, giusto? Attenzione quindi a non esagerare con i dati tecnici per non stancarlo e per non annoiarlo.
  • Occhio alla durata. I primi otto secondi sono fondamentali per una persona per decidere se guardare o meno un video. Cercate di sfruttarli al meglio. La durata del video non dovrebbe superare i due-cinque minuti a seconda del tipo di video aziendale, per non annoiare eccessivamente.
  • Comunicazione emozionale? Sì grazie. Avete notato che le più grandi aziende del mondo spingono molto sulla comunicazione emozionale? Si tratta di una strategia che funziona. Potete prendere ispirazione e cercare di usarla anche voi per cercare di comunicare con meno parole, colpendo al cuore il consumatore e rimanendo impressi non solo nella memoria.
  • Il brand è importante, ma non deve essere invasivo. Un video aziendale deve sicuramente riportare il tuo brand visibile in modo che la comunicazione sia sempre chiarissima; tuttavia non deve essere eccessivamente invasivo per non dare l’impressione ai clienti che tu voglia ‘sbattere’ il logo in prima pagina. Rimani impresso e riconoscibile mettendo il brand in secondo piano, ad esempio in basso e senza troppa invadenza.
  • Ottimizza i tuoi video. Ottimizzare i video lato SEO è importantissimo per cercare di indirizzare su YouTube il tuo video aziendale perché questo social dei video è un motore di ricerca a tutti gli effetti. Tuttavia possono servire dei metodi speciali per dare un taglio ottimale ad un video, che non è come un contenuto scritto.