Cannabis legale e cannabis light: tutte le novità da sapere

cannabis-light_

La marijuana light è veramente legale ora: a partire dal 2018 sia la produzione che il commercio sono riconosciuti dal governo. Ecco le recenti novità sul mercato di questo prodotto.

Differenze tra i tipi di Cannabis

Il Italia è entrata in vigore una nuova classificazione relativa all’erba nata dall’accostamento di due parole: cannabis light oppure cannabis legale. Si tratta apparentemente di due sinonimi ma, in realtà non lo sono; cerchiamo di capire meglio di che cosa si tratta e quali sono le differenze. Si tratta di infiorescenze della cannabis sativa, la stessa considerata stupefacente e rintracciabile nel mercato illegale ma sottoposta ad un processo di depotenziamento del THC.

In parole povere sono definite “light” e “leggere” in quanto contengono solo dosi minime di THC, il principio attivo della cannabis. Il limite legale massimo stabilito dalla legge è del 0.2% ma, trattandosi di vegetali è permesso uno speciale salvacondotto che permette un’oscillazione fino al 0.6%. Poca cosa considerato che la cannabis illegale ha valori di THC vicine al 30%. Questa tipologia di prodotto è considerato legale perché il suo utilizzo non comporta alcun obnubilamento sulla mente e non confondono i pensieri di chi ne fa uso.

A margine della Cannabis light c’è quella terapeutica. Una categoria a sé, erogata direttamente dal Sistema Sanitario Nazionale e con un’elevata concentrazione di TCH. Di fatto rientra tra le sostanze stupefacenti perché da notevoli effetti psicotropi. Ecco piegato il motivo per cui la sua somministrazione avviene attraverso un’attenta e severa sorveglianza medica e la rete farmaceutica italiana.

Cannabis legale: le novità 2018 per la marca Legal Weed

Proporzionalmente allo sviluppo di questo mercato ed al proliferare di siti ed ecommerce che vendono cannabis legale, sono sempre più numerosi anche i marchi e le aziende che si occupano dell’acquisizione e distribuzione dei prodotti disponibili sul mercato nazionale. A tal proposito,  ci teniamo a segnalarvi la Legal Weed, un marchio che si contraddistingue dagli altri perché l’unico ad immettere sul mercato la Cannabis Light con 25% di CDB oltre che una vasta gamma sempre aggiornata di oli prodotti con le migliori materie prime e resine di valori superiori alla media.

Cannabis light : le novità da parte di Seed of Love

Si tratta di’eccellente erba legale con alti livelli di CDB in vendita online, fino a poco tempo fa, a prezzi convenienti. Ad oggi la vendita della Cannabis light Seed of Love è bloccata perché non si hanno più notizie della azienda produttrice.

Cannabis terapeutica in Italia

Un articolo pubblicato da La Stampa sintetizza tutte le problematiche legate alle scorte di Cannabis terapeutica ed alla necessità dei pazienti di rivolgersi al mercato nero.

Sono infatti solo 100 i chili di materia prima importati per far fronte alle necessità dei malati in cura al Sistema Nazionale, soltanto un quarto dell’intero fabbisogno annuale nel nostro Paese. Le previsioni per il 2018, infatti, sono di circa 500 chili.