Scegliere le migliori scarpe da running 

Scarpe-da-running (1)_800x535

Sia per chi pratica running a livello professionale che per chi lo pratica a livello amatoriale, la scelta delle scarpe da corsa è necessaria ed indispensabile per poter gestire al meglio la corsa ed il benessere dell’organismo. Questo settore è cresciuto molto negli ultimi anni, sempre più persone optano per scarpe professionali. Tutto l’abbigliamento tecnico per uno sportivo è importante, ma per chi fa running è soprattutto la scelta delle scarpe da running a rivestire un ruolo fondamentale.

Vogliamo quindi descrivere alcuni degli elementi da tenere in considerazione nella scelta delle scarpe da corsa per poter fare un buon investimento che dia i suoi frutti nel corso del tempo. In ogni caso, è bene optare per dei prodotti di eccellente qualità per non avere delle ripercussioni sulla salute a lungo andare, come ad esempio queste queste ottime scarpe della Mizuno in vendita su www.caliendosport.it.

Tipologie di scarpe da running

Innanzitutto è necessario cercare di distinguere fra le varie categorie di scarpe da running per scegliere quelle migliori.

Ecco le categorie di scarpe da running:

  1. Minimaliste. Le scarpe da running minimaliste pesano fino a 300 grotammi e sono pensate per consentire una posizione ottimale del piede e per correggere problemi di postura, oltre che per garantire un movimento naturale nell’articolazione del piede.
  2. Superleggere. Pesano meno di 250 grammi, sono estremamente leggere e flessibili, e quindi sono consigliate per allenamenti a ritmo sostenuti. Ideali per chi non ha problemi di appoggio.
  3. Intermedie. Le scarpe da running intermedie pesano fino a 295 grammi e garantiscono un buon ammortizzamento, e possono essere usate nelle gare dal ritmo moderato e veloce.
  4. Massimo ammortizzamento. Si tratta di scarpe da corsa che pesano più di 300 grammi e che sono indicate per chi cerca un prodotto con eccellente ammortizzamento.
  5. Stabili. Le scarpe da running stabili sono pensate per i pronatori e pesano in genere oltre i 300 grammi.
  6. Scarpe Trail. Le scarpe da running Trail sono impermeabili e pensate per chi affronta gare su terreni sconnessi e per assorbire al meglio gli impatti.
  7. Chiodate. Le scarpe chiodate sono quelle per la campestre e per la pista.

Cosa considerare nella scelta

Nella scelta delle scarpe da running bisogna prendere in considerazione anche altri fattori come:

  1. La forma del piede. Ogni piede ha la sua forma: alcuni hanno la pianta stretta, altri la pianta larga. Il consiglio è quello di scegliere le scarpe da running con la pianta perfetta per poter correre bene e senza problemi.
  2. Peso del runner. Anche il peso è da prendere in considerazione, le scarpe da running più strutturate sono ideali per pronatori e per runner pesanti. Calcolate che quando si corre il peso suoi piedi può essere fino a 3-4 volte quello reale.
  3. Appoggio. A seconda di come si corre, si deve optare per scarpe da running differenti. Se si corre di tallone, è ideale scegliere delle scarpe da pronatore e ben ammortizzate. Se si corre di avampiede invece è bene scegliere una scarpa leggera.
  4. Tipo di allenamento. Ci sono diverse categorie di runner e sulla base di ciò si scelgono le scarpe da running. Se si corre da velocisti, bisogna optare per scarpe leggere e poco ammortizzate. Se si corre su lunghe distanze, è bene optare per scarpe più strutturate. Se si corre in sterrato, vanno bene le scarpe da running con suolo grip per terreni sconnessi e magari anche impermeabilizzate.
  5. Allenamento. Se ci si allena poco, si devono proteggere al meglio le articolazioni ed il modo migliore per farlo è optare per scarpe da running che siano ammortizzate. Se si è ben allenati, si corre 2-3 volte alla settimana, si può optare per delle scarpe più leggere.