Perchè non dare un’occhiata agli Affreschi di San Rocco presenti a Gatteo?

sabn ricco

Per chi ama l’arte Gatteo è sicuramente una meta importante, ci sono affreschi degni di nota, ed anche bellezze storiche che in questi anni sono state prese di mira da sempre più turisti; a dire il vero la zona è già interessante per la sua posizione, infatti non molto distante si può giungere a Gatteo Mare, meta perfetta per vacanze.

A Gatteo Mare in molti scelgono di passere vacanze all’insegna del relax assoluto e questa non è affatto una scelta sbagliata, anzi, bisogna ammettere che la sua posizione, a ridosso di un mare splendido, caratterizzato da bassi fondali, così come anche da uno scenario naturale, riescono chiaramente a fare la differenza.

Esistono anche molti servizi a misura d’uomo, grazie a questi sarà un piacere rilassarsi da soli o in famiglia, magari con i bambini a seguito e poi, altro dettaglio importante, esistono anche lidi privati e spiagge pet friendly, ideali quindi per ospitare i nostri amici pelosoni a 4 zampe, che non andrebbero mai lasciati soli.

E’ importante, però anche scegliere una sistemazione comfortevole, ovviamente non sarà una missione impossibile, ma ci sono realtà, come i Gobbi Hotels di Gatteo Mare che riesce a soddisfare ogni tipologia di turista.

Oltre alle tante bellezze naturali sarà interessante fare un salto a Gatteo per scoprire alcuni affreschi a dir poco unici; questi si trovano proprio all’interno dell’Oratorio di San Rocco, un vero punto di riferimento del posto, dove è previsto un ingresso gratuito, ma è pur vero che accedervi non è facile, questo perché solitamente si può effettuare l’ingresso solo in occasione di particolari mostre, oppure di iniziative degne di nota.

E’ fondamentale quindi informarsi ancor prima di arrivare, così da evitare un viaggio a vuoto, al contrario andando sul sicuro, al suo interno si potranno ammirare alcuni dipinti incredibilmente belli, significativi, ed unici nel loro genere.

Cosa c’è effettivamente all’interno dell’Oratorio di San Rocco?

Come già accennato sono presenti tantissime pitture, ma la particolarità sta tutta nei periodi richiamati, si fa infatti riferimento al XV e XVI secolo e nella maggior parte dei casi vengono raffigurate le terribili pestilenze che hanno segnato periodi estremamente bui a Gatteo, vale a dire tra il 1435 – 1436 e tra il 1458 ed il 1461.

Sono rappresentati i santi più popolari del tempo, gli stessi in cui si sperava nel cambiamento durante le pestilenze, ma non fu facile, quei periodi si ricordano tutt’ora e siamo sicuri che per gli abitanti di quel tempo non fu certo uno scherzo.

Tra i santi riprodotti possiamo notare San Rocco, il quale è chiaramente vestito da pellegrino, l’immagine è molto particolare, perchè lo si vede indicare la coscia segnata dalla peste, o molto probabilmente da una freccia scagliata.

La sofferenza la si nota anche in San Sebastiano che a sua volta fu trafitto da frecce; queste hanno un duplice significato, infatti indicano non solo la sofferenza, ma anche l’attacco inaspettato della peste, il fenomeno di quel tempo, arrivò proprio inaspettato e colpì tantissime persone.

Nella raffigurazione San Sebastiano sembra quasi immolarsi, il suo amore per il popolo lo spinge a farsi colpire volontariamente dalle frecce, così da riuscire a proteggere tutti.

A lui poi si aggiunge anche San Cristoforo, in tal caso le credenze sono molte, basti pensare che si sosteneva che già solo guardare la sua immagine aiutasse a proteggersi da drammi e malattie, insomma, un vero e proprio talismano vivente contro la morte.

Tra gli altri santi raffigurati troviamo:

  • Sant’Antonio Abate;
  • San Martino;
  • San Giorgio;
  • San Gregorio Magno;
  • San Giovanni Battista;
  • Santa Lucia;
  • Santa Caterina da Siena.

Le bellezze artistiche presenti a Gatteo non si possono certo discutere!