Ormone radicante fai da te

come fare l'ormone radicante in casa

Che cos’è un ormone radicante e qual è la sua funzione in casa? Come si produce? Pratica, istruzioni e precauzioni d’uso

Gli ormoni radicanti sono fitormoni impiegati per facilitare l’emissione e riproduzione delle radici da talee delle piante. In questa guida capiremo come preparare un ormone radicante fai da te in maniera naturale (perché ottenuto dalla corteccia del salice piangente), economica ed efficace anche con le talee più difficili (come la verbena o quelle legnose delle rose).

Preparazione

Esplicheremo due procedimenti, gli stessi utilizzati per il tè ed ambedue validi.

Occorrente necessario:

  • 5 rametti giallastri di salice piangente (teneri e nuovi)
  • 1 litro d’acqua

Procedimento in acqua bollente

Dopo aver reciso alcune ramoscelli dalla pianta di salice piangente, eliminate le foglie e tagliateli a pezzetti (lunghi un paio di centimetri ciascuno). Ora inserirli in un recipiente e versarvi sopra dell’acqua bollente, fino a ricoprirli. Lasciare in infusione per un giorno intero. Trascorse le 24 ore filtrare l’infuso e versarlo in un recipiente di vetro o plastica e chiuderlo saldamente. Riporlo in frigo con l’etichetta riportante la data di preparazione e conservarlo lontano dalla portata dei bambini, È bene consumarlo entro un paio di mesi.

Procedimento in acqua fredda

Dopo aver reciso dei rametti dalla pianta di salice, sfogliarli e ridurli a pezzetti di due centimetri circa. Lasciare che macerino per circa 7 giorni in un recipiente di acqua fredda. Trascorsa una settimana filtrare l’infuso e versarlo in una bottiglia di vetro o plastica, chiuderla saldamente. Applicare un’etichetta con la data di preparazione e riporla in frigo lontano dalla portata dei bambini, Da consumare entro un paio di mesi.

Utilizzo

Mettere le talee direttamente nell’infuso per una notte intera o, in alternativa, usatelo per annaffiarlo due giorni consecutivi. L’acido salicilico compirà il suo dovere, evitando che le talee marciscano.