Servizi di investigazione per le aziende, tutto quello che c’è da sapere

Investigazioni aziendali_800x480

Avere dei dipendenti davvero fedeli e responsabili è il sogno di ogni azienda ma non è sempre così, purtroppo, e lo si sa.

Anche per questo sempre più aziende si rivolgono a dei servizi per il controllo dei dipendenti quando hanno motivo di sospettare che essi abusino di qualche permesso loro concesso. In effetti il datore di lavoro ha diritto di pretendere che il dipendente esegua in maniera diligente la prestazione lavorativa ed ha il diritto di controllare se ciò effettivamente avviene, entro alcuni limiti. I limiti al potere di controllo del datore di lavoro vengono meno quando il primo ha il dubbio fondato che il secondo stia compiendo un illecito a danno dell’impresa. Si pensi al caso, molto più diffuso di quanto si possa immaginare, delle assenze ingiustificate dal lavoro o dalle assenze pagate a causa di malattia, con permessi ex legge 104 e via dicendo. Se questi permessi vengono goduti senza che ve ne siano effettivamente le condizioni, il datore di lavoro ha diritto di accertarsene per procedere eventualmente a sanzionare il lavoratore.

Per potersene accertare, però, deve ricorrere a dei servizi specializzati come le investigazioni private per aziende. Questi servizi agiscono in maniera molto discreta e consentono al datore di lavoro di ottenere tutte le informazioni se ha il sospetto, ad esempio, che un dipendente stia utilizzando i permessi della legge 104 per motivi diversi da quelli specificati.
Essendo queste, una tipologia di indagini molto particolari ed altamente professionali, è bene che i titolari di azienda si affidino esclusivamente ad una agenzia investigativa specializzata in indagini aziendali.

Abuso dei permessi ex 104 e investigazioni private

Il caso dei permessi ex legge 104 è abbastanza diffuso, perché capita spesso che il datore di lavoro sospetti che il dipendente stia usando in modo fraudolento i permessi. In questi casi è possibile ricorrere al servizio degli investigatori privati. Va specificato che il dipendente che usufruisca dei permessi della legge 104 non è certamente agli arresti domiciliari e quindi può anche allontanarsi da casa – ad esempio per fare commissioni. L’investigatore privato ha il compito di valutare, nel complesso, se il dipendente stia effettivamente sfruttando i permessi per il motivo specificato in richiesta oppure no.

Gli abusi dei permessi ex legge 104 possono anche configurare un illecito ai danni dell’INPS, e non solamente un venir meno del lavoratore ai suoi impegni contrattuali.

Ecco perché per il datore di lavoro diventa davvero importante stabilire se il dipendente sta usufruendo dei permessi della legge 104 per effettive necessità oppure per interessi differenti. Per farlo può contare sulla professionalità dei servizi di investigazione privata per aziende, che attraverso un’analisi completa del profilo del dipendente e controlli a domicilio con la massima discrezione, può ottenere tutti gli elementi che servono per dimostrare al datore di lavoro se il dipendente si sta comportando onestamente oppure no.

Questo consente anche al datore di lavoro di ‘tagliare’ con dipendenti che sfruttano i permessi per i loro interessi, e che sono sia poco onesti che nettamente anti-economici per l’azienda. Tutti gli elementi che vengono raccolti dall’agenzia di investigazioni per aziende, poi, possono eventualmente essere utilizzati anche in sede di giudizio per far valere il diritto del datore di lavoro nei confronti del lavoratore.