Materassi in memory foam e memory gel, quali sono le differenze?

Se da qualche tempo ti svegli la mattina con qualche doloretto alla schiena, oppure con la sensazione di aver riposato male e di non aver ricaricato a sufficienza le energie, forse è arrivato per te il momento di cambiare il materasso. Sono molti i fattori che influenzano la qualità del sonno, ma il supporto sul quale dormi è il primo che devi analizzare.
In questo nostro articolo vogliamo spiegarti perché un materasso in memory foam può essere la soluzione ideale per riconquistare un buon supporto e un sonno ristoratore, ma anche svelarti che esistono differenze tra i materassi in memory foam e quelli di più recente invenzione realizzati in memory gel, un materiale del quale elencheremo tutti i vantaggi.

I materassi con il giusto supporto

Un tempo si credeva che quanto più rigido, duro e sostenuto fosse il materasso, tanto più utile fosse al benessere della schiena: mai convinzione è stata più errata, e non ti nascondiamo che questa sorta di luogo comune ha fatto molti danni!
Non si discute infatti che chi soffra di seri problemi ortopedici nella zona lombare abbia bisogno di un sostegno molto rigido proprio in quella zona del corpo, e solo i materassi a molle per i quali si può calibrare al meglio la portanza e la rigidità nella porzione centrale offrono reali benefici. Per tutti gli altri è sufficiente un materasso che sia capace di rispettare la naturalezza e l’ergonomia delle curve del corpo e della colonna vertebrale, alleviando i punti di maggiore pressione e conformandosi così alla fisiologica postura che segue il corpo e lo mantiene in un naturale allineamento.

I materassi in memory foam

Quanto appena descritto è una delle principali caratteristiche che hanno favorito il successo sul mercato dei materassi in memory foam. Con una accoglienza che pochi altri supporti riescono ad offrire grazie alla composizione in materiale viscoelastico che si deforma sotto la pressione del corpo e a seguito della temperatura, si tratta di materassi pensati per abbracciare il corpo ma al tempo stesso per sostenerlo. Le schiume di poliuretano nelle quali sono realizzati non sono comunque tutte uguali, e in base ai diversi additivi ed indurenti i materassi possono risultare più o meno viscosi, più o meno densi, più o meno elastici.
Ciò che abbiamo scoperto visitando il sito di una catena di negozi esperti nella vendita materassi a Napoli è che la prova del materasso in negozio può essere utile, ma solo in parte, per i seguenti motivi:

  • in negozio non potrai mai dormire come se fossi a casa tua
  • da svegli, il nostro corpo si adegua al materasso in modo diverso;
  • quando sei a casa tutta la muscolatura è più rilassata;
  • la corretta valutazione può essere effettuata solo dopo almeno 2 o 3 notti di sonno complete sul materasso.

Ecco spiegato perché acquistare un materasso online permette di risparmiare tempo e di valutare con maggiore attenzione offerte e anche le recensioni certificate, tenendo ben presente che i migliori rivenditori online garantiscono sempre un periodo di prova del materasso.

Vantaggi del memory foam

I materassi in memory foam sono per loro natura decontratturanti, e facilitano un sonno del tutto rigenerante agendo a più livelli. La migliore distensione della colonna vertebrale in una posizione naturale si traduce infatti in uno sgravio delle tensioni a livello articolare e persino muscolare, e il tutto facilita anche la circolazione sanguigna e la migliore ossigenazione dei tessuti perché raggiunti da un maggior numero di globuli rossi.

Un simile modellamento si traduce in un senso di sostenuta accoglienza che in più assorbe i movimenti notturni e rende questi materassi molto apprezzati da chi dorme in coppia con un partner dal sonno agitato.

Svantaggi del memory foam

Alcuni consumatori che hanno provato i materassi in memory foam hanno però lamentato dei leggeri difetti legati alle maggiori sensazioni di caldo trasmesso dal materiale soprattutto durante le afose notti estive.
Se infatti in inverno una simile caratteristica può persino essere auspicabile, chi è più insofferente alle alte temperature accusa i fastidi derivanti dalla minore capacità di questo materiale di dissipare il calore, anche se a dirla tutta questa spiccata termosensibilità si riscontra soprattutto nei prodotti più economici che necessariamente sono di qualità inferiore.

Le principali aziende hanno comunque messo a punto dei rivestimenti specifici che aiutano a trasmettere maggiori sensazioni di freschezza attenuando tale inconveniente, tuttavia la grande rivoluzione nel settore è rappresentata dai materassi in memory gel.

Materassi in memory gel

Un materasso in memory gel costituisce la naturale evoluzione tecnologica del materiale memory foam. La sua schiuma è infatti infusa con delle microparticelle di gel termoregolante, capaci di trasmettere una reale e concreta sensazione di freschezza a chi è sdraiato. In pratica si tratta di piccole “perline” gelatinose che assorbono il calore corporeo dissipandolo e cambiando stato fisico, restituendo una temperatura sensibilmente più bassa.

vantaggi dei materassi in memory gel

Quello descritto è il principale vantaggio di un materasso in memory gel, al quale va aggiunta anche una maggiore rapidità nell’adattarsi alle spinte dei punti di pressione a causa della maggiore morbidezza, il che li rende decisamente più accoglienti.

Svantaggi dei materassi in memory gel

Per cercare dei reali difetti a questo tipo di materassi deve essere analizzata la struttura del suo materiale, che con la sua estrema morbidezza non permette di realizzare un materasso interamente così composto. Tutti i produttori infatti innestano su una lastra in poliuretano o memory foam uno strato di almeno 5 cm di memory gel: ciò si rende necessario per evitare un effetto “sprofondamento”, anche se in alcuni casi ciò fa percepire troppo la rigidità della lastra sottostante.
Inoltre, per chi vive in zone dove fa molto freddo, le proprietà del memory gel possono rendere il materasso meno confortevole durante l’inverno, perché troppo fresco. Vanno naturalmente soppesati questi pro e contro prima di prendere qualsiasi decisione.

I materassi ibridi

A margine, e come considerazione finale, segnaliamo che esistono anche dei materassi cosiddetti “ibridi”, per i quali su una struttura tradizionale a molle insacchettate che favorisce la traspirazione viene innestato un topper o piano di riposo in memory gel. Ciò consente di ottenere un prodotto di buona qualità e che soddisfa le esigenze di chi vuol patire di meno il caldo, ma a dei costi più contenuti rispetto ai materassi in memory gel “puri”.