La moda di Stussy, storia di un brand senza tempo

4

La moda di Stussy, storia di un brand senza tempo

Oltre trent’anni dedicati all’urban style al passo con le tendenze fashion e trendy

Tra i pionieri dello stile da strada non si può fare a meno di citare uno che di streetwear se ne intende. O meglio, qui non si tratta semplicemente di indicare un brand che da sempre spopola a livello mondiale per qualità dei propri prodotti e diffusione. È questione di lungimiranza, di saggezza, di visione a lunghissimo termine. Chi è in grado di mettere su una impresa che funzioni è un bravissimo inventore. Chi, invece, è consapevole che questa impresa durerà nel tempo, pur senza saperlo, è un precursore e pioniere di qualcosa che scrive pagine di storia. In questo caso di moda, di lifestyle, di streetwear ed urban style. Stiamo parlando di Stussy, uno dei pionieri dello stile di strada che con le sue felpe, jeans, cappelli e giubbotti realizza da oltre trent’anni una mission tutta a servizio dello stile e della moda. Si, perché d’altronde, quando parliamo di streetwear a questo ci riferiamo. Un modo di vestirsi che appartiene maggiormente ai più giovani ma che attraversa, in modo trasversale, le età, i pensieri ed i modi di concepire la moda e l’urban style. Quei graffiti disegnati sui muri delle metropoli negli anni ottanta e novanta, tutt’oggi dipinti su alcuni muri cittadini, erano il simbolo di una rivoluzione individuale e sociale che scriveva nuovi ’68 e nuove tendenze. Il surf si fonde con l’urbanizzazione delle metropoli, la danza hip hop diventa stile streetwear insieme al punk ed al fitness. E allora tutto si trasforma in una felpa, in un cappello, in un jeans che riescono ad esprimere quelle caratteristiche ideali tipiche di un nuovo modo di vedere il mondo che parte proprio dagli abiti che si indossano. Ciò che portiamo con noi è sempre stato indice della nostra personalità e del nostro pensiero. E non c’è modo migliore che identificarsi attraverso uno stile nuovo: lo streetwear. E Stussy, con le sue linee d’abbigliamento, è la perfetta sintesi di tutto questo.

 

Stampe pesanti e scritte marcate: Stussy osa con la collezione Holiday

Dalla sobrietà fino alle produzioni stravaganti, ecco il brand che piace a tutti  

La produzione streetwear di Stussy è considerabile uno stile multi sfaccettato di fare moda. Questa definizione è opera proprio di Shawn Stussy, il fondatore del mondiale brand nel 1980 che definisce l’urban style così: “un lifestyle multi sfaccettato, figlio di sottoculture diverse, basato su T-shirt e su una sensazione di esclusività”. Proviamo ad esaminare questa frase. Anzitutto il richiamo alla t-shirt. Non più la camicia formale ed un collo ben stirato. La praticità di una maglia che però porti con sé quella sensazione di esclusività. Si badi bene. Stussy non parla di maglie esclusive riferendosi ad edizioni fortemente limitate. No, anzi. È la sensazione di possedere quel capo in modo esclusivo, unico, geniale. È una valorizzazione che solo ognuno di noi riesce a dare, in maniera totalmente diversa da soggetto a soggetto, ad un determinato capo. Vuoi per il portamento, per come lo indossiamo. E, poi, il riferimento alle sotto-culture ed allo stile multi sfaccettato. Lo streetwear non ha una sola faccia. Assume quelle delle metropoli e dei colori stravaganti in esse contenuti. Proprio come la collezione Holiday di Stussy che ridisegna cappelli, felpe e scarpe all’insegna dei tratti marcati e dei colori sgargianti e forti. Addio sobrietà. Spazio alle felpe Stussy rosa e azzurre, così come a fantasie floreali al velluto blu ed all’arancio di un giubbotto invernale. Un’immersione è consigliabile farla qui, nello shop online che ha fatto del brand Stussy uno dei propri cavalli di battaglia. I colori forti e questa collezione 2018 non è dedicata ad un uso trasversale. Bisogna ben dosare, anche per rispondere a quella concezione tradizionale di streetwear, l’uso di capi così “forti”. Stussy propone i propri articoli in due modi differenti. Quello che rispetta lo stile di strada immaginato con capi realizzati in modo semplice, sobrio, pratico. E poi quel modo di vedere le cose in modo surreale, quasi stravagante, tipo la collezione Holiday. È come decidere di bere un drink: o sorseggiandolo con sobrietà oppure mandandolo giù d’un colpo. Stussy, in questo, è casa maestra di concezioni stilistiche che si adattano proprio ad ogni esigenza, oltre ogni gusto personale.

 

Scarpe, cappelli e felpe, tutti i pilastri del mondo Stussy

Taglie maggiorate e colori forti: l’urban style dai pionieri dello streetwear

Dal 1980 il brand Stussy prova a raccontare lo streetwear. Tra quelli a livello mondiale è certamente tra quelli che insieme ad altri (vedi Nike, Adidas, Colmar, etc.) è riuscito a farsi strada e a scrivere pagine di storia. Certo fare trent’anni di moda non è cosa semplice. Rendere maglie, cappelli e felpe Stussy elementi imprescindibili nell’outfit streetwear, lo è stato ancor di meno. Questo non vuole certo significare il monopolio dell’urban style o che la moda sia circoscritta a questo genere, anzi. Sono stati tantissimi gli stili emergenti e i nuovi brand che, secondo forme e generi diversi, raccontano tantissime altri filoni, proprio come è spiegato qui, vi invitiamo ad approfondire per conoscere brand noti e meno conosciuti che, allo stesso modo, contribuiscono ad arricchire i panorami della moda attuale. Certo è che lo streetwear viene meno alla formalità dell’abbigliamento non solo per lo stile totalmente diverso ed anticonvenzionale ma, soprattutto, per la vestibilità di determinati capi. Una felpa tradizionale, per sua natura, non è aderente ma nemmeno larga. Una felpa Stussy, invece, presenta un volume generoso. Così come le maglie Stussy oppure le giacche ed i giubbotti.  Questo brand studia in maniera accurata le forme e le linee, cercando di far trasparire il pensiero rivoluzionario che è alla base dello streetwear. Materiali, prodotti, colori e fantasie. Stussy rende pratico e vero un concetto che dalla mente riesce a diventare abbigliamento, stile e moda. Mantenendo spontaneità e praticità. Forse è questo il segreto per durare così tanto sul mercato. Da oltre trent’anni.