I globuli rossi: cosa sono, come agiscono, anomalie possibili

globuli rossi cosa sono

Che cosa sono i globuli rossi?

I globuli rossi, insieme ai globuli bianchi, compongono il sangue. I primi sono le cellule più numerose(circa 5/6 milioni per millimetro cubo) e grazie all’emoglobina, trasportano continuamente anidride carbonica ed ossigeno facendo da tramite dai polmoni alle zone più periferiche del corpo.

Detto questo, se avete sentito parlare di emazie o eritrociti associati al sangue, vi starete sicuramente chiedendo che cosa sono? o che cosa c’entrano? Questi ultimi sono semplicemente altri nomi con cui vengono chiamati i globuli rossi. Ma da che cosa prodotti?  Dal midollo osseo, sin dalla nascita, non solo nell’uomo ma anche nei mammiferi. Essi sono fatti a forma di una lente biconcava e sono privi di nucleo.

A che cosa servono e come agiscono

Come sopra indicato, i globuli rossi, contengono emoglobina, la proteina che trasporta anidride carbonica ed ossigeno. È nei polmoni che avviene lo scambio tra questi ultimi. Nello specifico: l’anidride carbonica, gas di scarto che si forma nei tessuti, è espulsa tramite l’espirazione mentre l’ossigeno viene trasportato in tutti i tessuti dell’organismo.

Dopo aver attraversato i capillari polmonari i globuli rossi si legano con l’ossigeno dando così il via al processo di respirazione interna. Una volta raggiunta la parte sinistra del cuore vengono spinti verso le arterie. Percorrendole, il sangue, penetra in tutti gli agglomerati delle cellule, rilasciando così ossigeno, ovvero il nutrimento necessario a tutti i tessuti. Questi ultimi, a loro volta, rilasciano anidride carbonica, che viene portata verso i polmoni per essere espulsa.

Anomalie dei globuli rossi

Il conteggio dei globuli rossi viene eseguito nel ambito del emocromo completo. La diminuzione o l’aumento della loro concentrazione viene valutato contestualmente ad altri parametri, tra cui l’ematocrito e l’emoglobina.

Nello specifico: se i valori dei globuli rossi, emoglobina  ed ematocrito sono bassi il soggetto soffre di anemia, se i valori di globuli rossi ed emoglobina sono più alti del normale in paziente soffre di policitemia.

Globuli rossi bassi: cosa significa, cosa succede, alimentazione consigliata

Se i globuli rossi sono eccessivamente bassi significa che i tessuti vengono raggiunti da una quantità insufficiente di ossigeno e nel soggetto tendono a manifestarsi i tipici sintomi dell’anemia:

  • stanchezza
  • colorito pallido
  • sensazione di freddo
  • insufficienza cardiaca
  • battito irregolare

Nei bimbi potrebbe manifestarsi anche un ritardo nello sviluppo.

Le cause più comuni di questa patologia sono da attribuire a:

  • carenza di ferro (anemia sideropenia);
  • distruzione precoce dei globuli rossi (anemia mediterranea);
  • difficoltà di spostamento dei vasi di piccole dimensioni (anemia falciforme);
  • quantità insufficiente (anemia normocitica)
  • difficoltà del midollo a compensare le perdite di globuli rossi (anemia emolitica)

Ma cosa di deve mangiare se i globuli rossi sono bassi per migliorare la propria condizione? Senza dubbio, è sempre importante seguire un alimentazione sana e bilanciata ma, molto di più lo è quando i globuli rossi sono più bassi del normale. In tal caso, infatti, il medico vi consiglierà di mangiare alimenti ricchi di ferro (caren rossa, lenticchie e legumi), cibi ricchi di proteine, pietanze che contengono vitamina B12 ed acido folico come ad esempio uova e cereali fortificati. Questi alimenti saranno utili a riportare i valori nella norma. In alcuni caso potrebbero essere necessari anche degli integratori alimentari.

Globuli rossi alti: cosa significa, cosa succede, alimentazione consigliata

Si parla di globuli rossi alti quando il loro numero supera quello considerato standard. Nello specifico: si tratta di pseudo globina che l’aumento è momentaneo mentre di pseudoglobulia se è un fenomeno permanente. È il caso della policitemia quando, invece, l’incremento è provocato da una malattia ematica.

I sintomi riscontrati nei soggetti interessati sono lievi: cefalea, debolezza, sudorazione eccessiva e sensazione di prurito. In presenza di questi sintomi ti consigliamo di rivolgerti ad un mendico per sottoporti agli esami di routine e capire, insieme a lui, se i tuoi valori sono regolari o meno.

La cura, ovviamente, varia in base alla tipologia e spetta al medico valutare questo aspetto. Ti stai chiedendo cosa succede se i globuli rossi sono alti più del normale? Quali sono le conseguenze? Si tratat di un fattore che comporta l’aumento della densità del sangue stesso e favorisce considerevolmente la possibilità di sviluppare embolie polmonari, infarti e trombi