Come scegliere la casa prefabbricata: in legno o in cemento?

E’ davvero la normalità trovare case prefabbricate all’estero: sono una soluzione ad ampio consenso, non a caso le notiamo spesso anche nei film o nelle serie tv americane come tipologie di casa.
Ma adesso anche in Italia sono sempre più celebri e diffuse.

Cosa intendiamo per casa prefabbricata? Come dice la parola stessa, parliamo di un tipo di abitazione che si monta in tempi davvero rapidi; sono di conseguenza case molto economiche se paragonate alle case tradizionali, che non vuol dire però che sono meno sicure o meno durature.
E poi oggigiorno abbiamo una vasta gamma di tipologie di case prefabbricate, che possono soddisfare i gusti si una clientela molto ampia: si trovano infatti in cemento o in legno, due dei prototipi più diffusi.

Questo tipo di case si erige unendo più componenti creati dapprima in fabbrica, che arrivano così sul luogo della costruzione dove vengono assemblati.
Se pensiamo ad un cantiere edile, di quelli che abbiamo sempre visto e li osserviamo mentre lavorano alla costruzione di una casa “classica”, dovete pensare che per i prefabbricati la metodologia è completamente diversa.
Questo però implica anche dei vantaggi: sono economiche, rapide nella realizzazione, hanno un minore impatto sull’ambiente.

Spesso le persone propense a scegliere questo tipo di abitazione ha però dei timori sulla solidità, stabilità e sicurezza: sono invece sinonimo di qualità che le porta ad avere anche meno problemi col passare del tempo.
Ecco perché da anni sono molto note nel panorama edilizio mondiale, e anche in Italia interessano sempre più persone.

Una casa prefabbricata garantisce così numerosi vantaggi, sia se la stai opzionando come prima casa o come seconda casa, calcolando che puoi personalizzarla secondo le tue esigenze e i tuoi gusti.

Ci sono principalmente due tipologie di case prefabbricate: in legno e in cemento.
Su quali criteri scegliere una delle due tipologie? Qual è la soluzione con maggiori vantaggi?

Casa prefabbricata in legno: come sceglierla

Le statistiche dei compratori dicono che le case prefabbricate in legno sono le più richieste, soprattutto tra chi vive in montagna e come acquisto di una seconda casa; molto diffuse nel nord Europa, oggi sono facilmente adattabili anche ai contesti urbani, cambiando qualsivoglia il design e rendendolo più moderno, ideale per una città.
Ma non solo, quelle in legno si possono adattare anche a varie condizioni climatiche, quindi non solo in condizioni tipicamente invernali.

Un altro vantaggio è che una struttura in legno la puoi modellare esteticamente a tuo gusto o in base alle necessità di una famiglia, senza dimenticare che il materiale in questione è oltre che green ed eco sostenibile, anche isolante.

E ancora: una casa prefabbricata in legno è realizzata oggi con strati isolanti, adattando ogni finitura alle richieste del compratore, lasciando spazio al classicismo o alla modernità, secondo i gusti personali del cliente.

Il mercato ha a disposizione una vasta scelta di case in legno prefabbricate davvero belle (date un’ occhiata qui per farvi un’idea a riguardo), così da permettere una scelta secondo i parametri personali, tra gusto estetico e necessità.

Sono fatte di materiali leggeri facili da trasportare e da assemblare, con un conseguente basso impatto sull’ambiente.
E sono anche antisismiche, oltre che green ed ecosostenibili.

Casa prefabbricata in cemento: come scegliere

Anche le case di cemento, tra i prefabbricati, sono sempre più comuni seppur meno diffuse delle soluzioni in legno.
La casa prefabbricata si questa tipologia è formata da moduli di cemento, che sono assemblati sul sito interessato direttamente.
Essendo comunque un materiale più pesante del legno, si avvicina molto all’idea di casa tradizionale, con più strati isolanti della tipologia precedente e con un impatto diverso sull’ambiente, sono infatti meno green.

Anche per quanto riguarda i tempi di costruzione, sono superiori rispetto a quelle in legno, ma hanno più resistenza alle usure del tempo.

Per quanto riguarda invece i costi, non si discostano troppo dalle case prefabbricate in legno, ma dipende sempre da metratura, dalla ditta fornitrice e dal tipo di costruzione, rimanendo comunque sempre più economiche delle costruzioni di abitazioni tradizionali.