Come diventare un agente assicurativo

agente-assicurativo_800x403

Una delle professioni più interessati oggi è quella dell’agente assicurativo (o assicuratore): si tratta di un professionista che presta il suo lavoro a favore di una o più agenzie assicurative, occupandosi soprattutto della vendita di prodotti assicurativi sul territorio. La sua figura professionale è quella di un intermediario, che offre le sue conoscenze del mercato assicurativo ai clienti per proporre loro il prodotto migliore.

Ogni agente assicurativo agisce all’interno di un certo territorio dove crea un portafoglio di clienti. Fra le sue attività principali, vi sono quelle di trovare nuovi potenziali clienti e gestire quelli già acquisiti, guidare la clientela nella scelta dei prodotti assicurativi migliori (quindi anche la vendita di polizze), offrire un servizio di consulenza. Inoltre l’agente assicurativo si occupa anche di gestire le mansioni burocratiche che sono da espletare in caso di sinistro o danno, nella liquidazione dei danni.

Per svolgere al meglio la sua attività, l’agente assicurativo deve ovviamente mantenersi sempre ben informato sul mercato assicurativo e sui suoi cambiamenti nonché anche sui migliori prodotti in circolazione, tenendo sotto controllo anche le attività della concorrenza.

 Come si diventa agente assicurativo

Per diventare agente assicurativo è preferibile una laurea in materie giuridiche ed economiche, ma ciò non esclude che si possa divenire assicuratori anche con un diploma tecnico, come quello di ragioneria. Il titolo di studio minimo per l’esame, come si dirà, è quello del diploma superiore.

L’attività dell’agente assicurativo è di intermediazione e per questo è necessario che egli si iscriva al RUI, Registro Unico degli Intermediari Assicurativi. Per farlo è necessario superare un esame che richiede di rispondere a quesiti a risposta multipla, oltre ad un esame orale. Per superare al meglio questo esame e conoscere bene il settore, è sempre molto importante frequentare uno specifico corso per diventare assicuratore in modo da formarsi al meglio. La prova di idoneità vien disposta dall’ISVAP una volta all’anno.

 Quanto guadagna un agente assicurativo

L’agente assicurativo, a differenza del broker, non è necessariamente un libero professionista. Infatti potrebbe anche lavorare come dipendente al servizio di una o più imprese di assicurazione. L’agente assicurativo è monomandatario se lavora solo per un’agenzia, plurimandatario se lavora per più agenzie. Potrebbe quindi avere un fisso, o lavorare da libero professionista solo con provvigioni: in ogni caso nella maggior parte dei casi il suo guadagno è rappresentato dalle provvigioni sulla base delle polizze che riesce a vendere ai clienti.