Allarme privacy: come essere sicuri di non essere spiati

bonifica-automobile-cellulare_800x534

Quella della privacy è una tematica alla quale negli ultimi mesi ci siamo praticamente assuefatti. Quello che molti non sanno, però, è che tutto ciò che riguarda la nostra vita, le nostre abitudini, le nostre faccende personali e molto altro ancora non è unicamente dominio dei social e del Web in generale, “luogo” nel quale ognuno di noi possiede almeno un’identità digitale in grado di ricondurre in qualche modo alla nostra persona.

Negli ultimi tempi, infatti, sono sempre più numerose le persone che temono di essere spiate letteralmente 24 ore su 24, in particolar modo durante i propri spostamenti. Si tratta di un timore più che lecito che trova concreto riscontro soprattutto nelle maggiori metropoli italiane come Roma, Napoli, Milano nelle quali, complici i tragitti in zone super trafficate o le lunghe percorrenze in auto, è possibile essere intercettati e localizzati proprio grazie alla propria auto, il luogo che erroneamente crediamo essere il più personale in assoluto.

L’automobile è invece il posto ideale nel quale i malintenzionati che hanno intenzione di intercettare qualcuno in maniera totalmente illegale posizionano più spesso le loro cimici spia, dei dispositivi GPS dotati di apposita SIM grazie alla quale localizzare in pochi istanti gli spostamenti del veicolo semplicemente inviando un sms o facendo partire una chiamata verso il numero associato alla SIM stessa, il tutto senza che l’ignaro guidatore sia in grado di rendersi conto di nulla.

Anche in caso di intercettazioni acustiche, inoltre, l’auto riserva ai malintenzionati molteplici vantaggi. Trattandosi di uno spazio ridotto e chiuso, infatti, in questo ambiente è possibile godere di un’acustica di qualità superiore, un vero plus per chi desidera scoprire chi sente o incontra il proprietario del veicolo durante tutta la giornata.

A questo punto, la domanda sorge spontanea: se si ha il sospetto di essere intercettato con dispositivi di localizzazione, audio o video, come fare a risolvere la situazione e ristabilire totalmente la propria privacy? Esistono sul territorio italiano alcune società di investigazione privata in grado di effettuare delle vere e proprie bonifiche ambientali delle auto, una sorta di “pulizia” del veicolo da ogni dispositivo in grado di intercettare il suo proprietario.

Attraverso appositi strumenti, infatti, è possibile rilevare molteplici segnali quali UMTS, GPS, WIFI, GSM e molti altri, presenti nel veicolo proprio a causa della presenza di microspie opportunamente occultate. Una volta registrato uno o più segnali, basterà ricercare i dispositivi ed eliminarli per riportare la giusta serenità nella vita della persona che ha richiesto il servizio. In questo modo, mediante opportuno documento redatto dalla società di investigazione, sarà inoltre possibile sporgere una denuncia.